Come si posano i rivestimenti in resina? Le tecniche e gli attrezzi del mestiere

Pavimenti in resina

La resina, oramai, è diventata uno dei materiali più impiegati all’interno del settore edilizio. La praticità manutentiva di questo materiale, l’economicità e l’ottima resa estetica, fanno della resina un ottimo alleato per la realizzazione di rivestimenti in resina adatti a tutti i gusti e a tutte le esigenze.

A completare il quadro di un ottimo materiale, concorrono anche le caratteristiche di ottima resistenza all’usura, ai graffi e agli agenti chimici. Proprio per queste peculiarità la resina è stata impiegata, per tanto tempo, all’interno di ambienti industriali.

L’assenza di fughe e la semplicità di posa rientrano, anch’esse, tra quelle caratteristiche positive che segnalano la vittoria della resina sulle altre tipologie di materiale edilizio. Come avviene, dunque, la messa in posa della resina per la realizzazione di qualsiasi superficie? In cosa consiste l’estrema facilità?

QUALE DIFFERENZA C’È TRA LA POSA DELLA RESINA E QUELLA DELLE PIASTRELLE?

La principale differenza tra la posa delle piastrelle e quella della resina consiste nella completa assenza di fughe nella seconda. Infatti, mentre le piastrelle in ceramica o in cotto (o anche i listoni di parquet), vengono posate sulle superficie ricorrendo, inevitabilmente, a fughe e attrezzi di precisione che ne garantiscano la giusta collocazione e la corretta planimetria, la resina evita questi procedimenti complessi, in quanto, il materiale viene applicato con l’aiuto di una semplice spatola che consente di livellare l’impasto resinoso.

Nel caso delle piastrelle e dei listoni è necessaria una massima cura nel posare ogni singolo elemento accanto all’altro, così da creare e rispettare piccole, medie o grandi fughe (in base alla dimensione scelta) che poi verranno riempite con l’apposito impasto di un colore molto vicino a quello del rivestimento.

La resina non è soggetta a crepature, fintantoché il suolo sul quale essa deve essere applicata sia adeguatamente preparato e livellato. La resina, inoltre, può essere posata anche su un pavimento già esistente, sia in gres, come anche in cotto.

In questo modo, la resina consente di evitare i costi di rimozione e messa in posa e, grazie allo spessore ridotto, si evita anche di dover intervenire sul dimensionamento di porte o aggetti vari.


Per richiedere un preventivo e sopralluogo gratuito e senza impegno, compila il modulo sottostante.

Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 la informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali da parte di Ariplast Sas. Prima di procedere leggere attentamente la nostra privacy policy.